La Direkta (Istituto Nazionale di Alta Formazione Giuridica) con il patrocinio dell'Osservatorio Politiche Pubbliche per le Autonomie Locali dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, organizza un corso pratico sul processo Tributario Telematico nelle seguenti date: 03 luglio, 06 luglio, 13 luglio  2019.

per info:

segreteria organizzativa  06/86391774- 3463748430- E-mail segreteriaorganizzativapt.gmail.com

Locandina

 

 

Accoglienza, tutela ed assistenza ai minori stranieri non accompagnati

Il Corso si propone di realizzare un percorso formativo finalizzato alla formazione e/o alla specializzazione di figure professionali altamente qualificate nell’area dell’accoglienza e della progettazione di percorsi di accoglienza ed assistenza di minori migranti attraverso una formazione integrata che tenga conto dei diversi profili giuridici, sanitari, psicologici, di sicurezza sociale del fenomeno. A questo scopo il corso di avvale di una serie di contributi specialistici di docenti universitari, rappresentanti della Prefettura e delle Forze dell’ordine, specialisti sanitari, organizzazioni di volontariato, nella consapevolezza della multiforme natura del fenomeno immigratorio.

Calendario lezioni

Modulo 1 - Cornice normativa e analisi sociologica del fenomeno migratorio dei minori stranieri non accompagnati

Modulo 2 - Tutela giuridica dei minori stranieri non accompagnati

Modulo 3 - Tratta di esseri umani

Modulo 4 - Il sistema di accoglienza per MSNA

Modulo 5 - La determinazione del superiore interesse del minore, la sua partecipazione e l’ascolto

Modulo 6 - Comunicazione interculturale

Modulo 7 - Codice di condotta

Modulo 8 - Inclusione sociale: sfide, strumenti e competenze istituzionali

Nota: “Secondo la costante giurisprudenza, i chiarimenti concorrono a formarne la disciplina speciale della gara con il limite della tutela dell'affidamento degli interessati in buona fede mediante una interpretazione delle disposizioni del bando che favorisca la massima partecipazione alla gara e che sia conforme all'intento dell'Amministrazione di ottenere le prestazioni richieste ad un prezzo più vantaggioso, in termini qualitativi e quantitativi, nel rispetto della "par condicio" di tutti i concorrenti”Leggi sentenza

 

In merito alla questione i Giudici di Palazzo Spada precisano  che , “Come hanno recentemente affermato anche le Sezioni Unite della Corte di Cassazione (sentenza 20 gennaio 2014, n. 1103), il sindacato di legittimità del giudice amministrativo sui provvedimenti amministrativi comporta la verifica diretta dei fatti posti a fondamento del provvedimento impugnato e si estende anche ai profili tecnici, il cui esame sia necessario per giudicare della legittimità di tale provvedimento; ma quando in siffatti profili tecnici siano coinvolti valutazioni ed apprezzamenti che presentano un oggettivo margine di opinabilità - come nel caso in esame - detto sindacato, oltre che in un controllo di ragionevolezza, logicità e coerenza della motivazione del provvedimento impugnato, è limitato alla verifica che quel medesimo provvedimento non abbia esorbitato dai margini di opinabilità sopra richiamati, non potendo il giudice sostituire il proprio apprezzamento a quello Amministrazione ove questa si sia mantenuta entro i suddetti margini”. Leggi sentenza

 Fonte:  www.ildirittoamministrativo.it

La Corte costituzionale boccia l’articolo 63 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, meglio conosciuto come TUEL, laddove non prevede l’incompatibilità tra la carica di parlamentare e quella di sindaco di un Comune con popolazione superiore ai 20.000 abitanti. La Corte sostiene che “in assenza di una causa normativa (enucleabile all’interno della legge impugnata ovvero dal più ampio sistema in cui la previsione opera) idonea ad attribuirne ragionevole giustificazione, la previsione della non compatibilità di un munus pubblico rispetto ad un altro preesistente, cui non si accompagni, nell’uno e nell’altro, una disciplina reciprocamente speculare, si pone in violazione della naturale corrispondenza biunivoca della cause di ineleggibilità e di incompatibilità, che vengono ad incidere necessariamente su entrambe le cariche coinvolte dalla relativa previsione, anche a prescindere dal dato temporale dello svolgimento dell’elezione”.

 

Fonte:www.gazzettaamministrativa.it

 

ALLEGATO

Sottocategorie

Informazioni aggiuntive